Desideri indomabili: Spaghetti al Salmone, Aneto e Erba Cipollina

Spaghetti salmone

Ci sono giorni in cui ti svegli con la voglia di qualcosa in particolare;
Ne immagini il sapore, l’ odore e non riesci a smettere di averne voglia.  Un  desiderio  forte, inconscio e meraviglioso che quando lo soddisfi ti porta ad assaporare il piatto che tanto hai desiderato, come se lo assaggiassi per la prima volta e il sapore ti esplode in bocca e si amalgama con la soddisfazione.  O, almeno per me, è cosi.
E non so perché l’ 80% delle volte che mi succede ho voglia di salmone. Oggi però mi si è aggiunta anche la voglia di spaghetti e così ne è uscito questo piatto leggero, aromatico e decisamente veloce:  Spaghetti integrali con salmone, erba cipollina e aneto.

Ammetto di non essere una grande amante dell’ aneto, quel sapore dolciastro e forte mi destabilizza un po’, ma quando si mescola ad un sapore altrettanto forte quanto quello del salmone, i sapori si sostengono sostengono l’ un l’altro senza coprirsi o annebbiarsi mai: la storia d’ amore perfetta.

Ingredienti

90 g di spaghetti integrali
50g di Filetto di salmone fresco
Aneto
Erba Cipollina
il succo di ½ limone
½ bicchiere di vino bianco
noce di burro
Sale e pepe

Procedimento

#1 Mettete sul fuoco l’ acqua per gli spaghetti
#2 Fate sciogliere una noce di burro in una padella a fiamma bassa
#3 Aggiungete l’ erba cipollina e l’ aneto tritati grossolanamente
#4 Lasciate insaporire qualche secondo e aggiungete il filetto di salmone fresco precedentemente marinato nel succo di limone
#5 Buttate la pasta
#6 Una volta che il salmone sarà quasi cotto, spolpatelo delicatamente.
#7 Aggiungete il vino bianco e lasciate andare ancora qualche minuto finché non sarà ritirato.
#8 Scolate la pasta al dente e fatela saltare nella padella.
#9 Aggiungete un filo d’ olio a crudo, cospargete con aromi freschi e servite.

proTip: Per tritare l’ erba cipollina il metodo più facile e veloce è quello di piegarla su se stessa e poi tagliarla con delle forbici in piccoli tocchettini.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Fuorisalone 2013: Cannelloncini ricotta e spinaci

cannelonciniSi è aperta ieri la settiamana più movimentata e caotica di Milano altresì conosciuta come la settimana del Fuorisalone.

Il Fuorisalone, evento nato come serie di eventi satelliti dell’ ufficiale Salone del Mobile, vanta di essere la più importante manifestazione di Design a livello mondiale.
Sì perchè in questa Design Week qualunque cosa che riguardi anche solo vagamente il design si trasforma in ottimo motivo per fare vernissage, aperitivi, feste, djset, mostre e quant’ altro.  Milano è viva più che mai e si respira davvero un aria di internazionalità.

In occasione di questo evento, Shsf ha deciso di rendere un po’ più contemporaneo un piatto tradizionale come i cannelloni ricotta e spinaci.
Tolta la teglia così antiquata, li abbiamo resi monoporzione e li abbiamo messi sottosopra per creare un simpatico pattern dal gusto anni ’60.  Perchè insomma, vintage è indubbiamente più bello.

Ingredienti per 2 persone

  • Sfoglie di pasta fresca all’ uovo ( Se scegliete di comprare la pasta secca e non fresca, ricordatevi di sbollentare prima le sfoglie)
  • 250 g di Ricotta
  • 2 uova
  • 350 g di Spinaci freschi o surgelati
  • Besciamella (Se preferite come noi preparare la besciamella in casa seguite la nostra ricetta qui)
  • Parmigiano grattugiato (opzionale)
  • Burro

#1 Accendete il forno in modalità statica a 180°
#2 Sbollentate gli spinaci in acqua salata bollente
#3 Disponete le sfoglie di pasta sul piano di lavoro
#4 Mescolate gli spinaci (ben scolati dall’acqua) con la ricotta e l’ uovo
#5 Salate, pepate e,  a vostro piacere, aggiungete del formaggio parmigiano
#6 Disponete il composto lungo il lato corto della sfoglia e arrotolate tagliando la pasta in eccesso. Ripetete questa operazione per ogni sfoglia fino ad esaurire il composto.
#7 Dividete circa a metà i vostri cannelloni in base alla grandezza dei vostri pirottini.
#8 Imburrate i vostri pirottini e create una piccola base con la besciamella. #9 Disponete i cannelloncini nei pirottini
#10 Ricoprite di besciamella e parmigiano
#11 Infornate per 25-30 minuti
#12 Mangiate voracemente e con amore!

ProTip: Dato che siamo in primavera, anche se il tempo non ci aiuta, utilizzate degli spinaci freschi. Molto più saporiti e genuini.

cannelloncini

Fateci sapere se la ricetta vi è piaciuta, se non vi è piaciuta, se la proverete, se la vostra nonna la faceva in modo diverso o anche solo se vi abbiamo fatto venire fame!

Gnam gnam

Cannelloncini

Melaffin aka Muffin alle Mele

MelaffinSe siete alla ricerca di un dolcetto serale,  di una sana colazione o semplicemente volete mangiare una mela al giorno per togliervi il medico di torno, Alessia vi arriva in aiuto proponendovi questi sofficissimi e golosi Melaffin.

Ringraziamo Triller per l’ adorabile pic.

Ingredienti per 12 Muffin

200g di farina
150g di zucchero
2 uova intere
½ bicchiere di olio d’oliva
½ bicchiere di latte
½ bustina di lievito per dolci
2 limoni interi
1 mela
1 cucchiaio di zucchero
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Sbucciate e tagliate a pezzetti piccoli la mela. Mettere i pezzetti in una ciotola e aggiungete un cucchiaio di zucchero e il succo di un limone. Mescolate e lasciate da parte.
Per l’impasto, invece, sbattete le uova con lo zucchero, aggiungeteci l’ olio,  la scorza grattugiata e il succo di un limone. Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiene ed aggiungetelo al composto. Aggiungete infine la farina e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Scolate le mele dal succo di limone e aggiungetele al composto.
Imburrate ed infarinate gli stampini per muffin e riempiteli con il composto per circa 2/3. Fare cuocere per circa 20 minuti a 180° forno statico. Sfornate i muffin e lasciateli raffreddare. Spolverateli quindi con lo zucchero a velo e mangiateli accompagnandoli con una tazza di tè in stile molto british.

Lá ’le Pádraig e la birra verde

greenpaddybeer“ Ommioddio questa birra è verde!”  Direte voi.
Non fate quelle facce sorprese, ve l’ avevo già detto che la tradizione e il cibo, o in questo caso la birra, vanno di pari passo.  Oggi, per chi non lo sapesse, in Irlanda è festa grossa: è san patrizio.
Perché si festeggia oggi? Perché proprio Saint Patrick? Perché è protettore dell’ Irlanda?
Indubbiamente sono una ragazza dai mille quesiti e potrei anche rispondervi ma ammetto che wikipedia lo fa meglio di me dal 2009, in quasi ogni materia.  Ma se vi passasse per la testa la domanda “ma come può essere la birra verde?” Bè a quello potrei rispondervi perché a quanto pare wikipedia non lo sa.
La birra verde è la più tipica delle tradizioni e benché esistano diverse scuole di pensiero su cosa mescolare con la Guinness o la Kilkenny, la più accreditata, è il banalissimo colorante.
Poi,  se avete la possibilità di frequentare un workshop dai lepricani fatemelo sapere nel mentre vi propongo la mia ricetta truccata.
Ingredienti
Birra rigorosamente irlandese
colorante verde o colorante blu e in caso usastre una birra scura anche il giallo.

Procedimento
Potrei dirvi: “mescolate tutto insieme” e il gioco sarebbe finito ma in realtà vi consiglio di prestare un po’ d’ attenzione e di fare diverse prove perché per ottenere un bel verde brillante, specialmente con una birra scura serve un buon bilanciamento di colori.
Pro tip: Il mio superamico e scienziato Marco ha consigliato di versare prima il colorante nel bicchiere e poi di versarci lentamente la birra mescolando dolcemente  per non fargli perdere le bollicine, regolarlo di conseguenza e poi riproporzionare tutto in base alla bottiglia.

Forse è la birra che parla, forse è l’ esplosione di colore e il fatto che mi sia divertita a fare queste foto come una matta…ma san patrizio mi piace. Mi piace tanto forse perché ci permette di bere, ridere, ballare e cantare.
Ciao paddy we love you a lot.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Pi(e) greco day

Essendo oggi il 14.03, nella comunità scientifica internazionale questo giorno è visto come il pi greco day (3.14e-altre-infinite-cifre-che-non-so). E siccome su stay hungry stay foodish ci piacciono un sacco i giochi di parole abbiamo sfruttato anche questa occasione per farvi spuntare un sorrisetto sulla vostra faccia.

Per cui per il pi-greco day vi proponiamo la ricetta perfetta per fare vera pasta pie americana.

Ingredienti
50g burro
150g di farina
1 cucchiaino di sale 250 ml di acqua molto fredda

In una terrina mescolate il burro freddo, la farina e il sale. Mescolatelo con una forchetta o se, come me siete pigri, con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungete metà dell’ acqua e continuate a mescolare fino ad avere un composto omogeneo. Continuare ad aggiungere il resto dell’ acqua poco alla volta fino ad averla aggiunta tutta e una volta che la pasta sarà diventata elastica e soffice trasferitela su un piano da lavoro ben infarinato.  Stendete la pasta con un mattarello tenendo un altezza di mezzo centrimetro – un centimetro et voillà la vostra base per la pie è pronta.

L’unica cosa che vi rimane da fare adesso è riempirla di ogni tipo di crema, verdure, cioccolato, carne, marmellata o frutta fresca. Infatti questa adorabile pie, non avendo dentro lo zucchero si presta perfettamente ad ogni tipo di ricetta!